advertisement

I 5 musei strani da visitare più assurdi in Italia

f.ferrara mer 25 febbraio 2015

Non solo Uffizi e Cappella Sistina: i musei più allucinanti da visitare in Italia

advertisement

Italia paesi di santi, poeti e navigatori. Ma anche paese di un inestimabile patrimonio artistico che non sempre viene sfruttato al meglio. Quando pensiamo ai siti più importanti d’Italia ci vengono in mente gli Uffizi, gli scavi di Pompei, i musei Vaticani e così via. Ma l’Italia è un paese che pullula di ogni tipo di museo, meno conosciuti e al di fuori dei circuiti internazionali che sicuramente meritano una visita per chi ama scoprire sempre cose nuove. Ecco i 5 musei strani da visitare più assurdi in Italia.

#5- Museo delle mummie di Ferentillo

I 5 musei strani da visitare più assurdi in Italia

Museo delle mummie di Ferentillo (Foto Flickr- Claus Moser)

A Ferentillo, in provincia di Terni, c’è il museo delle mummie. Per chi ama il macabro è sicuramente un luogo da visitare. Nel XIX secolo vennero effettuati degli scavi nella cripta della vecchia chiesa del paese, e furono riesumati diversi corpi mummificati e ben conservati, che avevano ancora delle vesti. Nel corso degli anni l’esposizione all’aria umida ha però deteriorato leggermente sia i corpi che le vesti. Il museo delle mummie, uno dei musei strani da visitare in Italia, vanta anche un cameo al cinema hollywoodiano: nel film “Nosferatu, il principe della notte” compare uno scorcio del museo nella sigla iniziale.

4#-La costola del Drago di Atessa

Costola del drago di Atessa (Foto: youtube)

Costola del drago di Atessa (Foto: youtube)

Se ami la leggenda e i miti allora devi conoscere la storia del Drago di Atessa, in provincia di Chieti. La leggenda racconta che un enorme e famelico drago imperversava nelle città di Ate e Tixa. La bestia esigeva ogni giorno un tributo di carne umana, altrimenti avrebbe devastato le due cittadine. Le cose cambiarono con l’arrivo di Leucio, vescovo di Brindisi, il quale sorretto dalla fede sfidò e sconfisse il drago riportando la pace. Così le due città si riunirono e fondarono Atessa. Alla popolazione fu donato il sangue nero del drago per esorcizzare il male. San Leucio regalò anche una enorme costola del drago, custodita all’interno del Duomo di San Leucio. Gli studiosi però affermano che sia la costola di una balena. E tu da che parte ti schieri, della scienza o del mito?

#3- Museo di antropologia criminale Lombroso a Torino

Museo di antropologia criminale Cesare Lombroso (Foto Flickr- Regine Debatty)

Museo di antropologia criminale Cesare Lombroso (Foto Flickr- Regine Debatty)

advertisement

Può l’aspetto fisico determinare il livello di criminalità di una persona? Secondo Cesare Lombroso, antropologo del 1800, sì. Solo nell’ultima parte della sua vita Lombroso prese in considerazione altri aspetti come quelli ambientali, educativi e sociali. Ma oggi la dottrina di Lombroso è stata ritenuta non attendibile. Tuttavia Lombroso è considerato il padre fondatore dell’antropologia criminale. A Torino c’è il museo di antropologia criminale Lombroso, dove sono custoditi i disegni, le fotografie, i corpi del reato e le realizzazioni artigianali di prigionieri rinchiusi nei manicomi criminali e nelle prigioni. Sono esposti anche diversi resti umani oggetto di studio del criminologo. Se sei appassionato di criminologia ti consiglio di visitare il museo di Torino, uno dei musei più particolari da visitare in Italia.

#2- Museo del flipper a Bologna

Museo del flipper (Foto: Facebook)

Museo del flipper (Foto: Facebook)

A Bologna c’è uno dei musei strani da visitare più divertenti in assoluto, soprattutto piacerà alla generazione degli anni ’80 e ’90: il museo del flipper. Qui vengono esposti tutti i giochi da bar dal 1931 fino al 2000: giochi cabinati, juke-box ed il primo videogioco a moneta della storia. C’è anche una biblioteca con oltre 200 manuali tecnici e 300 fra libri, cataloghi e riviste. Un tuffo nel passato per far ripartire la pallina nel flipper dei ricordi!

#1- Museo dei gladiatori a Santa Maria Capua Vetere

Museo dei gladiatori (Foto: Facebook)

Museo dei gladiatori (Foto: Facebook)

Hai mai sognato di rivivere le gesta dei gladiatori, conoscere la loro vita e ammirare da vicino le loro armi letali? Puoi farlo al museo dei gladiatori a Santa Maria Capua Vetere. Dalle reti e il tridente del reziario all’elmo e la spada corta del secutor passando per la spada ricurva del trace. Potrai immedesimarti in ogni singolo gladiatore dell’antica Roma. Il museo dei gladiatori è annesso all’Anfiteatro Campano, dove sono custodite anche le statue della testa di Atena, Apollo, Diana e le imprese di Ercole.

In Italia ce ne sono un bel po’ di musei curiosi da visitare, questi sono quelli che hanno catturato la nostra attenzione e sono solo una goccia dell’oceano dell’arte bizzarra italica. Se ti piace questo gusto strano e un po’ bizzarro, ti consiglio di dare un’occhiata anche ai 10 posti più misteriosi al mondo.

advertisement
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
7