In Città flipper

Pubblicato il 29 febbraio, 2016 | da bolognain

0

Il museo del Flipper

A Bologna nasce un museo per celebrare un oggetto che ha fatto sognare e divertire generazioni di ragazzi nei bar. Un po’ come il juke box…

La notizia la riporta La Stampa: a Bologna hanno pensato di creare un museo dedicato al flipper, quell’oggetto che per decenni ha fatto sognare e divertire generazioni di ragazzi e non solo. Era nei bar, spesso di fianco al frigo dei gelati, chi è negli “anta” ricorda tre cose: la molla per lanciare le palline, le mani per usare le alette respingenti e i movimenti pelvici che accompagnavano la lotta contro le sfere da respingere in alto per provocare suoni e luci che aumentavano il punteggio. L’idea del museo è venuta al bolognese Federico Croci, che ha fondato l’associazione tilt con relativo sito internet www.tilt.it

In Italia i flipper, o bigliardini, hanno segnato un’epoca per almeno tre decenni, dagli anni ’50 ai ’70 per poi ricevere una mazzata nel decennio successivo e soprattutto con il fenomeno Playstation a metà degli anni ’90, che ha portato il gioco nelle case. Fenomeno strano, se si pensa al boom attuale delle slot machine che peraltro riguarda una porzione di giocatori generalmente molto più in età rispetto ai “cinni” che giocavano a flipper.

Colonna sonora suggerita: “Pinball Wizard” degli Who nella versione di Elton John nel film “Tommy”.

Redazione bolognain.info

Attualità / In Città

29 Febbraio 2016

www.bolognain.info

flipper

 

Tags: , , , , ,


Autore

bolognain



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su, ↑